lunedì 26 settembre 2011

Grave pericolo: vogliono censurare la rete e la libertà!

Accolgo l'invito che  Web sul blog  ha rivolto per far girare la seguente notizia e anch'io ne condivido il passaparola.







 In questa settimana entra in Parlamento il DDL sulle intercettazioni; un grave pericolo per la libertà del nostro Paese. In questo decreto esiste ancora la "norma ammazza-blog", con il cosiddetto obbligo di rettifica e con multe fino a 12mila euro.


Ecco alcuni link per capire la grave situazione:

Censurare Internet per salvare il premier Tratto da Il Fatto Quotidiano

Censura sul Web: ritorna la norma “ammazza blog” Tratto da Geekissimo Blog

Legge sulle intercettazioni, il Governo propone la norma “ammazza ... Tratto da NanoPress



Il mio non è un blog che si occupa di politica ma qui è in gioco la libertà!!

Se credi nella libertà di espressione e vuoi gridare anche tu
NO alla legge bavaglio

unisciti al coro dei bloggers!!


12 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Grazie Rita! Qui si tratta della libertà d'espressione e l'ora che ognuno faccia il proprio dovere. Io non amo vivere in un regime e voglio dichiarare la verità.
Salutoni a presto.

Sandra M. ha detto...

Tutto è politica Rita...anche non parlarne. Ma so che è banale.
:0)
Fattogirare pure io sorattuto sul libro delle facce.
E poi all'erta per eventuali manifestazioni...si parla del 29...vedremo.
Feice serata.

Joe Black ha detto...

Concordo col Cavaliere Oscuro, ank'io non amo vivere in un regime e voglio dire anche la mia di verità!
Grazie x questo post Rita, prenderò l'immagine ke hai postato e metterò un link di collegamento sul tuo blog!
Un bacio visto ke ancora sono libera di mandartelo!
Elisena

❀~ Simo ♥~ ha detto...

La politica fa ciò che si è prefissata e non starà a sentire la voce del popolo.....quindi non ci rimane che attendere
Speriamo di poter continuare a esternare le nostre opinioni ed emozioni
ciao

Valentina ha detto...

Rita come dice Sandra...tutto è politica!!! Sostengo pienamente il tuo pensiero, la libertà è sacra, non si scherza!! Buona serata, ciaoo

Rosa ha detto...

ciao rita, grazie per questo post, la liberta' e' importante, se si comincia a limitarla, siamo in pericolo, tutte le scuse andranno bene per eliminare qualcuno che da fastidio,invece le voci anche diverse e scomode devono esistere, per farci aprire gli occhi tante volte per farci ribellare a certe situazioni insostenibili, ciao buona giornata baci rosa :) apresto

Chiaretta ha detto...

Grazie per questo post! Anche il mio blog non tratta di politica, ma se passa questa legge, dove andremo a finire?? E' assurdo!

Strega Bugiarda ha detto...

Rita cara, anche io ho postato in face.. e ho fatto girare...
Ma vorrei puntualizzare che non tutto e bianco e non tutto nero.
Esistono anche i grigi, ed una legge sopratutto per il web ci vuole, non è certo questa quella giusta e ci vorrebbero anche i legislatori capaci.
La mia , la tua, la nostra libertà di gente "per bene" non viene intaccata, io non scrivo insulti, non denigro non inietto fumus diffamatorio, non insulto gratis nessuno, per cui, ben venga una costrizione, a noi gente per bene non ci tocca.
Ma quante porcherie, sarcasmi, maldicenze, siti con sostituzione di persone, delinquenti... millantatori che sotto mentite spoglie sono suscettibili di querela e in questo momento sono in internet, in tutte le parti del mondo, e deliquono impunemente?
Vogliamo una legge, magari non questa, ma le regole in una società civile ci volgliono.
E il web in questo momento non ne ha, e la polizia ferroviaria spesso non può fare nulla.
Discorso lungo, ma io non sto mai nel branco hahahaha
Gingi

Gianna ha detto...

Uniti si vince.

Adriana ha detto...

Sempre tutti uniti contro la censura!

Garba ha detto...

La gente si sveglia solo quando perde le due stronzate materiali che ha sotto mano ogni giorno.

Rita Baccaro ha detto...

Ringrazio tutti coloro che hanno commentato a questo post, condividendolo o dissentendone in parte. Per fortuna esiste la libertà d'espressione ed in questo blog tutti siete liberi di dire la vostra!!

Voglio solo aggiungere che essere uniti non significa essere un branco, nel branco si va avanti per inerzia, trasportati dalla forza altrui. Io non ho pubblicato questo post per seguire una corrente di altri bloggers, ma ho pensato e deciso con la mia testa!
Ognuno vorrebbe fare precisazioni, ma è l'idea di fondo di combattere contro intende porre limiti alla libertà d'espressione per paura di questa libertà che vale!!
E poi non credo sia giusto inserire questa norma in un più ampio testo sulle intercettazioni, la regolamentazione del web merita studio e approfondimento, non farla passare chiedendo la fiducia su altro e così imbavagliare soprattutto i blog dissenzienti al regime.
L'importante è che si svegli, Garba. Quando le perdi le tue sicurezze ti accorgi che lo erano!