martedì 6 dicembre 2011

Te - Erich Fried

Te
lasciarti essere te
tutta intera
Vedere
che tu sei tu solo
se sei
tutto ciò che sei
la tenerezza
e la furia
quel che vuole sottrarsi
e quel che vuole aderire
Chi ama solo una metà
non ti ama a metà
ma per nulla
ti vuole ritagliare a misura
amputare
mutilare
Lasciarti essere te
è difficile o facile?
Non dipende da quanta
intenzione e saggezza
ma da quanto amore e quanta
aperta nostalgia di tutto-
di tutto
quel che tu sei
Del calore
e del freddo
della bontà
e della protervia
della tua volontà
e irritazione
di ogni tuo gesto
della tua ritrosia
incostanza
costanza
Allora
questo
lasciarti essere te
non è forse
così difficile
(Erich Fried



   Erich Fried è una tra le figure più illustri della moderna letteratura austriaca. Di origine ebrea, fu costretto ad abbandonare il suo paese a causa delle persecuzioni naziste e si rifugiò a Londra dove, prima di arrivare ad esercitare la professione di scrittore e giornalista svolse anche vari lavori, dal bibliotecario all'operaio. 
   Ha pubblicato vari romanzi, persino un libretto d'opera e più di 25 raccolte di versi, sebbene fama e grandi premi letterari gli siano giunti solo negli ultimi anni della sua vita
   Nelle sue opere i temi politici a volte si intrecciano con quelli più sentimentali. La sua poesia è un grido appassionato per la giustizia, la tolleranza ed un mondo migliore.
   
   Anche in questi versi egli esprime un amore fatto di comprensione, di rispetto, di libertà. La ripetizione delle parole lasciarti essere te, pure nel chiedersene il significato, non sono un'inutile reiterazione, bensì rappresentano l'entrare in profondità del sentimento ed anche della persona amata che non è oggetto quanto soggetto di questo sentimento, non è destinazione ma punto di partenza. 
   Non afferma semplicisticamente che sia facile amare di una persona anche ciò che a fatica si sopporta, tutt'altro... ma che non è forse così difficile quando si coglie la bellezza di ogni sfumatura, la necessità di non sottrarre alcun aspetto della personalità e se si tiene conto inoltre che ognuno ha in sé il bene ed il male, i pregi ed i difetti.
   
   
   Lasciarti essere te. Parole molto lontane dall'idealizzazione di un amore romantico, che può anche essere pericolosa nel momento in cui si spezza l'incantesimo. Sono tuttavia parole di puro amore perchè rendono la persona amata unica, speciale, straordinaria nella sua interezza, nel suo essere se stessa.
   Ciò non significa, secondo me, intendere l'amore come accettazione o soddisfazione passiva, sano realismo per eludere le delusioni, né fuga dalla crescita o chiusura alla limatura dei difetti; piuttosto io vedo in questo proprio la forza creatrice ed attiva dell'amore, che può trasformare le imperfezioni in fascinazione e desiderare l'altro non per puro calcolo razionale o saggio ma per la nostalgia di quel tutto e per l'emozione che gli riconosce ed attribuisce valore.




   

28 commenti:

lory ha detto...

una poesia molto intensa, mi è piaciuta molto e l'amore che ne è rappresentato è puro, semplice, naturale...un lasciarsi andare completamente e un prendere completamente ciò che l'altro può darti con pregi e difetti....un abbraccio lory

Joe Black ha detto...

Hai corredato questa poesia con le immagini giuste, quelle d'un fiore, una rosa che tra i versi sembra esser descritta quale metafora alla persona amata!
"Allora
questo
lasciarti essere te
non è forse
così difficile"...no, non lo è. Lo è molto di più plasmare il bene voluto per poi non riconoscerlo più, non sentirlo più come fonte di passione, di dolore e gioia.
I nostri sentimenti scaturiscono dai comportamenti dei propri amati (restando appunto nel tema), non dobbiamo mai dimenticare che se ce ne siamo innamorati, se s'è alimentata la passione, questa è opera anche delle "spine" che c'hanno punto e che continuano a farci sentir veri, vivi e soprattutto amati!
Brava come sempre Rita.
Chicche d'amore d'una donna innamorata!
T'abbraccio grande grande
Elisena

Melinda ha detto...

Questa poesia andrebbe letta ogni giorno, bellissima!!!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Amore allo stato puro; salutoni a presto.

Monica ha detto...

Il tuo blog è davvero interessante!! Ti seguo!!Se ti va,seguimi anche tu! un bacione

Teo Dor ha detto...

"lasciarti essere te", che bella immagine! ...solo se ti lascio ad essere te, tu mi puoi amare cosi come io voglio essere amato! il che vuol dire che "lasciarti essere te" significa 'mi lascio da te amato, per amarti di piu...!"
Grazie ancora Rita! per la gioia che ci regali...gioia e tranquilita.

Gianna ha detto...

Quando si dice che bisogna vedere il bello nei difetti della persona amata...

tiziano ha detto...

Un amore che andrebbe vissuto tutti i giorni.ciao Rita e buona serata,

Tiziano.

Lufantasygioie ha detto...

bellissima e molto intensa.
Complimenti per la scelta,mi piace davvero
Lu

Adriano Maini ha detto...

Sembra più facile a pronunciarle che a praticarle, quelle due parole fondamentali in un rapporto di coppia, comprensione e rispetto, se solo solo ci si guarda un po' d'attorno.

Fabipasticcio ha detto...

Suggestive le immagini che accompagnano questa poesia, che sembra semplice, ma non lo è.
Credo che sia tanto facile amare i pregi e tanto più difficile amare i difetti, che siano propri o altrui. Ma, mio pensiero, amare i difetti si avvicina moltissimo all'"aperta nostalgia di tutto, di tutto quel che tu sei".

Vele Ivy ha detto...

E' vero che non si può amare per metà: bisogna amare la persona nella sua interezza, in modo totale. E' il solo amore che può resistere nel tempo!

Ambra ha detto...

C'è in quelle parole un grande senso del rispetto che devi all'altro e alla sua dignità.

Guard. del Faro ha detto...

A differenza di quanto può sembrare, questi non sono versi d'amore in senso stretto, ma più una lezione su come dovrebbe essere l'amore, capace cioé di prendere l'altro "in toto", con i suoi pregi ed i suoi difetti, perché l'amore è accettazione piena e incodizionata e si nutre anche dei limiti, che possono essere un interessante elemento di complementarietà, come ci conferma la lirica seguente, che in un certo senso fa da contrappunto a "Te".

Quando ti bacio
non è solo la tua bocca
non è solo il tuo ombellico
...non è solo il tuo grembo
che bacio
Io bacio anche le tue domande
e i tuoi desideri
bacio il tuo riflettere
i tuoi dubbi
e il tuo coraggio

il tuo amore per me
e la tua libertà da me
il tuo piede
che è giunto qui
e che di nuovo se ne va
io bacio te
così come sei
e come sarai
domani e oltre
e quando il mio tempo sarà trascorso

Pupottina ha detto...

ciao Rita
l'amore deve poter essere così, anche libertà, ognuno deve poter essere se stesso in amore, altrimenti potrebbe non durare...
dove le trovi queste belle poesie?
è vero che io non leggo poesia mai ed ecco perché non ne conosco nessuno... ahahahah la colpa è solo mia ;-)
buon proseguimento ^_______^

Rosa ha detto...

ciao Rita, grazie per questa bella poesia, di Fried ne conoscevo altre, essere se stessi in un rapporto d'amore reciproco e' sempre appagante da ambo le parti,si da il meglio e si viene ricambiati, c'e' una complicita' ci si capisce anche senza parlare e si godono tutte le sfumature anche quelle piu' impensate e normali, il semplice fatto di stare insieme amandosi non e' difficile, viene spontaneo e naturale e' un cercarsi continuamente per rifugiarsi nel proprio mondo, senza aver bisogno di nient'altro...ciao grazie complimenti come sempre bacioni rosa a presto:)

Fernando Santos (Chana) ha detto...

Bela poesia...Espectacular....
Cumprimentos

vickyart ha detto...

ciao cara, bellissima poesia che non conoscevo :) e le immagini sono perfette! approvo in pieno il commento di G.del faro.. queste parole dovrebbero essere lezioni di vita per tutti, apprezzare i pregi e difetti... questo vuol dire amare completamente una persona.. baci cara!.. sai che non ricordo di aver visto lezioni d'amore?? che testa! :)

Antonella Leone ha detto...

è una poesia meravigliosa o per meglio dire è un post meraviglioso, è un vero piacere leggerti! :)

esmeralda ha detto...

cara rita
sei molto brava a fare questi post... meriti veramente di avere tanti lettori!
ciauuu

ps
hai letto l'ultimo articolo del guardiano?

chaillrun ha detto...

Pare semplice dire "lasciarti essere te": per esperienza, son sincera, m'è capitato poche volte. Alla fine si condiziona tutto, anche l'amore.
Ma non sono pessimista sia chiaro, semplicemente ed imperfettamente realista :)
Un bacione e buon we:))

Pupottina ha detto...

ciao Rita
buona serata e buon weekend ^________^

Dual ha detto...

Bellissima poesia..Un felice w.e. :)
Gio
http://remenberphoto.blogspot.com/

Elio ha detto...

Ciao Rita, bella la poesia e indovinatissimo il tuo commento. il "lasciarti essere te" credo voglia anche dire che lui non vuole che cambi e che resti sempre uguale a se stessa. In ogni caso ritengo sia l'essenza dell'amore perché quando si cerca di cambiare l'altro/a, prima o dopo si arriva allo scontro.
Buonanotte.

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Ho letto questa bella e intensa poesia ....grazie per essere come sei Rita perchè ci regali momenti colmi di sentimenti
Buona giornata!

Gianna ha detto...

Un carissimo saluto, Rita.

Sandra M. ha detto...

Grazie Rita, grazie davvero. Leggo le tue recensioni e mi si apre un mondo.
Magnifiche anche le immagini e come riesci ad inserirle accanto alle parole...io non saprei come fare. Magnifica quella rosa tra le mani,...metafora interessante.

Valentina ha detto...

Ciao carissima, come stai? Passo inanzitutto per ringraziarti per le parole che mi hai lasciato..mi hanno fatto molto piacere e siete tutte state di grande conforto per me, grazie di cuore. E poi per leggere altri dei bellissimi versi che mi fai sempre conoscere..belle le parole, bello l'amore puro e bellissima l'immagine della rosa..mi piace tutto molto come sempre! Un bacione Rita, ti abbraccio forte forte e ti auguro una buona giornata