mercoledì 8 febbraio 2012

La rugiada delle piccole cose


Cos'è per te un amico,
perché tu debba cercarlo
per ammazzare il tempo?
Cercalo sempre per vivere il tempo.
Deve colmare infatti le tue necessità,
non il tuo vuoto.
E nella dolcezza dell'amicizia
ci siano risate,
e condivisione di momenti gioiosi.
Poiché nella rugiada
delle piccole cose
il cuore trova il suo mattino
e si rinfresca.

(Kahlil Gibran)


   Il grande poeta e mistico libanese Khalil Gibran con le sue parole riesce sempre a far risuonare le nostre più profonde e delicate corde. In tutte le sue poesie esprime saggezza con un lessico di una semplicità estrema, racchiudendo anche i più grandi sentimenti e valori nei più semplici gesti. A volte i suoi scritti restano in bilico tra sermoni di un saggio orientale e filosofia esistenziale occidentale, ma sempre in un contesto di pura poesia.
   Dedico questi versi ai miei amici dell'Angolo del sorriso, per ringraziarli del momento gioioso e della dolce, luminosa goccia di rugiada che mi hanno donato inserendomi come personaggio in una delle loro simpatiche storie.



   Eccomi nelle vesti di 
Donna Rita di Puglia, Contessa d'Otranto e Signora del Salento! 
   





   Se volete leggere l'ultima puntata delle avventure di Nigel  
http://langolo-del-sorriso.blogspot.com/2012/02/la-contessa-d-otranto.html



32 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Ma stai per caso cercando di farmi innamorare, tra meravigliose, dolcissime poesie e quella bellissima presentazione del blog con la chitarra e i tacchi a spillo? (ma, ancor di più, la dolcezza e simpatia della tua voce?) :-))))

Be', se amore non sarà, resterò comunque orgogliosissimo e felice della tua Amicizia: adoro chi come Gibran ne sa parlare con tanto trasporto del cuore e dell'anima!

Chiaretta ha detto...

Ma sei splendida, complimenti!!! E questa dedica è meravigliosa!

lory ha detto...

meravigliosa poesia di Gibran, vado a vedere l'ultima puntata di Nigel...un abbraccio Lory

dandelion67 ha detto...

Amo "Il Profeta"...
è ristoro per l'Anima mia, nei momenti di inquietudine...
a questo libro attingo per rasserenar il pensiero.
"Parlaci dell'Amicizia"...
ne ho riconosciuto i suoi ultimi versi, come ho scorso il Tuo scritto...
grazie per averne Condiviso una parte essenziale qui, da Te...
ho letto il racconto nell'!Angolo del Sorriso"...
splendido, scorrevole ed esilarante , fino alle lacrime...
un blog dove ritrovar il piacere del sorridere che è gioia per l'Animo e benessere per il corpo...
un abbraccio..
dandelìon

esmeralda ha detto...

cara rita
questo è un bellissimo gesto!
gli amici dell'angolo del sorriso lo apprezzeranno molto perché non tutti hanno il senso della gratutidine...tu invece ne hai da vendere
con tutta la stima
ciauuu
esmeralda

Soffio ha detto...

Un sogno !!!

Rosa ha detto...

ciao Rita oops, Contessa D'Otranto...grazie per il tuo gentile pensiero, carinissima come sempre, stai benissimo nei panni complimenti.)
In quanto al post sono d'accordo, l'amico non deve colmare i vuoti, e' un camminare insieme nella stessa direzione, una condivisione di affinita', risate, problemi, una spalla sicura su cui appoggiarsi, capirsi senza parlare, grazie bellissimo post bacioni a presto rosa, buon pomeriggio.)

Fernando Santos (Chana) ha detto...

Belo poema...Bela fotografia...Espectacular....
Cumprimentos

Giovy ha detto...

Ciao Rita,
belli i versi che hai scelto per ringraziare quelli dell'Angolo del racconto che ti hanno dedicato.
Ma ancor più bella sei tu... e non è merito del fotomontaggio!
Affettuosamente.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Sei una persona solare e soprattutto sempre gentile.
Salutoni a presto.

Guard. del Faro ha detto...

Ciao Rita,
grazie per il garbato pensiero!
Se volevi esprimere il tuo stato d'animo, non potevi scegliere dei versi più adatti!
Anch'io - nel mio piccolo - ritengo che gli amici debbano essere qualcosa di più di un semplice e banale passatempo, ovvero dei compagni di cammino, con cui condividere idee, speranze e, perché no, anche piccoli progetti.
Tu, io e gli altri compagni dell'Angolo siamo uniti da un comune sentire, che va al di là dell'occasionalità e del contingente, ma aspira a costruire un legame autentico e sincero, secondo un ideale che un giorno racchiudemmo nella felice formula di "human blogger".
Buona serata e a presto.

Adriano Maini ha detto...

Leggere ho letto, ma lo spiritoso mi limito a farlo di là! :))
A te, invece, qui, un caro saluto!

Joe Black ha detto...

Duchessa...sei uno splendore.
E te e Nigel siete proprio due persone uniche.
Carinissimo il racconto e giusta la poesia di Gibran....
Tu sei una goccia di rugiada e Nigel un freschissimo mattino!
Bacioni a tutti e due!
Elisena

Melinda ha detto...

Sottoscrivo con convinzione questi meravigliosi versi di Kahlil Gibran!

Giovanna ha detto...

complimenti foto strepitose

Tomaso ha detto...

Cara Rita sono rimasto incantato da simili parole poetiche, ho visto in queste foto veramente la Contessa che mancava al nostro angolo del sorriso che ora è divetato più radioso.
La Contessa d'Otranto a vonquistato l'angolo del sorriso senza distinzione siamo tutti hai tuoi piedi.
Come vedi Cara Rita questo è il ringraziamento di queste belle parole a noi tutti del blog del sorriso.
Buona serata cara amica.
Tomaso

Francesca ha detto...

Hai ricevuto un bel pensiero segno di un'affettuosa amicizia...e tu sei sempre splendida!!!
Ciao Rita ...baci.

Clara ha detto...

Carissima contessa,
sei veramente bella!
Ha fatto bene il Guardiano a celebrarti con un entusiasmante racconto.
Con amicizia ;)

Ninfa ha detto...

Una bellissima poesia di cui mi colpisce soprattutto la prima parte che definisce l'amicizia nella sua essenza più profonda: vivere, non ammazzare, il tempo con gli amici. Hai avuto un dolce pensiero per il tuo amico, così come lui lo ha avuto per te, rendendoti la splendida protagonista del suo divertente racconto. Ciao, Donna Rita!

Teo Dor ha detto...

Contessa davvero!!! ...ispirando tanta poesia...e gioia...e ammirazione...
Un tenero abbraccio dalla Romania!

Fabipasticcio ha detto...

Quando ho letto della Contessa non ho realizzato che fossi tu. Doppiamente donna di carattere allora! I versi di Gibran sono stupendi...l'amicizia come l'amore non devono colmare vuoti...ho imparato a chiedermi non cosa è l'amico/a per me, ma cosa posso fare io per regalargli un piccolo attimo, anche solo un sorriso che gli/le riscaldi il cuore... l'ho imparato consumando tante scarpe, forse lo sto ancora imparando...buona serata carissima!

ℓα мιку ha detto...

Adoro i versi di Kahlil Gibran!
Buona giornata contessa ;)

esmeralda ha detto...

sai cara contessa
più guardo queste foto e più mi piacciono...
cmq tu (rita) sei proprio una bella donna :)
ciauuu

Gianna ha detto...

Cara Rita, Gibran è un poeta che apprezzo molto anch'io.
Sa esprimere profondi sentimenti con una semplicità invidiabile.
Ti ho vista così elegantemente abbigliata sull'Angolo del sorriso, stai benissimo.
Bacioni.

Lorenzo ha detto...

Leggendo il tuo post ho subito pensato, soprattutto in analogia al titolo, al libro di Arundhaty Roy, il Dio delle piccole cose. Si perchè queste piccole cose sono l'amicizia e le relazioni che abbiamo con le persone, piccoli gesti che ci fanno empatizzare con gli altri, come se a guidarci fosse un Dio immaginario che combina i legami, una sorta di Cupido per le amicizie.
Il poeta e filosofo libanese è forse uno dei pochi che ci ha fatto comprendere come sia profonda la cultura orientale e l'ennesima prova che la filosofia greca ha attinto parecchio dai popoli di quelle terre.

Un post fresco e intelligente, come sempre del resto.
Lorenzo

vickyart ha detto...

i versi di Gibran sono molto belli..l'amicizia è una parola molto grossa..
carinissima la storia :D davvero simpatica signora contessa senza cuore ahahaha scherzo ciaoo cara!

Pupottina ha detto...

ciao Rita
buona serata di sabato
bella questa breve poesia di Gibran! non la conoscevo. il significato è profondo e pieno di saggezza.
belle anche le foto di te in questa salsa spettacolare... sono curiosa e devo andare a sbirciare nell'angolo del sorriso ;-)

Sandra M. ha detto...

Le piccole cose possono davvero essere come goccioline di rugiada quando hai sete.
Ciao bellissima Donna Rita di Puglia!!

Vele Ivy ha detto...

E' stranio, questa poesia capita proprio in un periodo della mia vita in cui sto facendo parecchie riflessioni sull'amicizia. Una cara amica, dopo essersi allontanata in malo modo, si è rifatta viva e non so bene come comportarmi. La sensazione, proprio nella poesia, è che voglia colmare il suo vuoto e non la necessità di stare con me. Prenderò spunto da questa poesia per continuare le mie riflessioni!

Felinità ha detto...

Rita, credo nell'amicizia come il valore più alto, perchè tutti i rapporti infondo hanno qualcosa vicino all'interesse : che sia sesso, denaro, abitudine, sicurezza, ruolo sociale ecc. anche l'amore, ma l'amicizia sincera no, chiede e dà solo affetto, simpatia, vicinanza senza reconditi fini,per il solo piacere di un riconoscimento reciproco.
Buonaserata e fusa assortite

Marianna ha detto...

Ma quanto sei bella! WOW!
sai ho un'amica di Oria che ha fatto anche lei la contessa in una di queste meravigliose manifestazioni che animano il nostro sud d'estate ^_^?!?!? COMPLIMENTI Ancora Donna Rita ;) smack

Joop Zand ha detto...

Wonderful pictures.....i like this Rita.

Ciao, Joop