sabato 8 ottobre 2011

Libertà


....
E per la forza di una parola
Io ricomincio la mia vita
Sono nato per conoscerti
Per nominarti
Libertà.
(Paul Èluard)




Con gli ultimi versi della poesia Liberté tratta dalla raccolta "Poesia e verità" (1942) del francese Paul Èluard, che ha dato un grande contributo non solo come poeta, ma come politico e come uomo alla resistenza contro il nazismo e le altre dittature, accolgo il seguente invito lanciato da Lorenzo e accolto da SandraRosaAdriana e tanti altri blogger.

   “Per qualche giorno trasformiamo questi diari online in strumenti veri di lotta e informazione. Propongo per tutta la settimana a venire che ognuno si impegni a scrivere, a raccontare, a mettere foto o poesie sulle libertà, sui principi che ci vogliono calpestare”.


E' bello sentire un unico coro che si innalza al grido: Libertà!

Ecco un'altra occasione che conferma la mia idea dei blog come spazi non per chiudersi in se stessi, bensì come luoghi di incontro, condivisione, confronto, strumenti di informazione e di conoscenza, anche di lotta se necessario. La Libertà è un ideale concreto che merita il giusto spazio, riflessione e impegno. Io credo non solo nella libertà DI fare, dire o pensare o in quella DA qualcosa o qualcuno, ma soprattutto nella libertà PER fare, dire, pensare..... ognuno ci metta il suo verbo. 
La libertà ha senso quando non è fine a se stessa ma operativa con obiettivi e scopi, pensiero ed azione, ideale e realtà tangibile.

La libertà è un valore universalmente accettato, quello che determina l'idea di democrazia.  E la salute di una democrazia si valuta in base alla libertà di stampa che vige nel Paese. Questa, insieme a quella di opinione ed espressione rischia oggi nel nostro Paese di essere calpestata.
Se anche un solo cittadino non fosse libero, un paese non potrebbe definirsi democratico. 

La libertà non è uno spazio libero, la libertà è partecipazione!








Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura
e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,
sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,
incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia,
che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare
e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche avere un’opinione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.
Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza
e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,
con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo
e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche il volo di un moscone,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione.

(Giorgio Gaber  - La Libertà, da "Dialogo tra un impegnato e un non so" - 1972)


32 commenti:

Rosa ha detto...

ciao Rita, sono daccordo con tutto quello che hai detto, bella la breve ma incisiva poesia di Eluard, molto appropriata,grazie non la conoscevo.) Dove non c'e' liberta' regna la paura, il sospetto,l'ignoranza dei fatti, dobbiamo difenderla a tutti i costi, e' un nostro diritto appunto, toglierla sarebbe l'inizio di una fine, come dice gaber e' "partecipazione",il vederci cosi' compatti nei blog per una causa comune,ci fa sentire piu' vicini, determinati, l'unione fa lo forza... ora o mai piu', ciao grazie bel post come sempre.9 bacioni rosa buon week end

Teo Dor ha detto...

Siamo creati per essere liberi, senza liberta non esistiamo. Si: liberta significa insieme fare e sentire, ”liberta e partecipazione”.
Un tenero abbraccio, Rita

❀~ Simo ♥~ ha detto...

Libertà!!!! un sentimento che non deve avere confini, solo così potrà splendere in tutta la sua bellezza
Buona giornata Rita e un abbraccio grande

Tomaso ha detto...

La parola libertà è molto bella so che quando viene calpestata bisogna sperare che ci sia qualcosa più forte per liberarsi da questa rete che piano piano si sta chiudendo, io come italiano all'estero lo vedo e lo sento che sta precipitando su di noi, spero però che non avvenga e che non si affondi così in fretta che venga preparata quella falla che ci fa stare solo a galla, noi vorremmo navigare sicuri senza avere delle brutte sorprese.
Cara Rita, ti auguro un buon fine settimana.
Tomaso

giglio ha detto...

Masini ha scritto una canzone: la libertà.
Una frase che mi è rimasta in presso è: viva la libertà di pigliare la vita così come viene.
Bella, davvero!
Ciao, buon fine settimana

cristiana2011 ha detto...

Piacere di conoscerti.
Più siamo meglio stiamo, come dice Arbore.
A presto
Cristiana

Strega Bugiarda ha detto...

Rita, buon giorno, così come ti ammiro ti seguo in questo coro che spero sia e diventi un concerto di tutta la blogsfera, E la libertà non è solo quella della stampa, è anche quella che dobbiamo ricercare dentro di noi, nell'accettare le regole ed il diverso.
Troppo spesso ho sentito dire in questi giorni, che la libertà mia finisce dove comincia la tua.
Io non sono d'accordo,la libertà del mio dire o fare finisce dove comincia il tuo bisogno.
Libertà
Gingi

jocker ha detto...

La libertà è un valore importantissimo, un diritto di tutti.
Esprimersi senza vincoli nel rispetto degli altri, questo è il nostro grande successo.

Buon fine settimana Rita

erborista1 ha detto...

ॐ☯ Ciao Rita,la vera libertà,è quella dentro di noi.Uno può sentirsi libero,anche se in catene,o schiavo,senza vincoli materiali.Buona giornataॐ☯

Lisa ha detto...

Libertà è essere liberi di volere e di non volere, di accettare un compromesso o meno, senza sentire in entrambi i casi alcun senso di perdita. Quanti di noi, oggi, sono liberi?
Quanti di noi vogliono essere liberi, se la libertà richiede coerenza, coraggio e lotta, e il saper rinunciare ai compromessi sbagliati?

Per quanto il mio blog sia tematico, proverò anch'io, a modo mio, a seguire l'iniziativa.

Lorenzo ha detto...

La libertà è partecipazione. Credo che qui si riassuma tutto il significato delle libertà collettive e individuali.
Kant scrisse:"La libertà non è un arbitrio che porta all’indifferenza nella scelta di una strada, ma il volere che, anche potendo scegliere il male, lo evita."
Quindi è una volontà che dipende solo da noi, nessuno ce la può dare e nessuno può insegnarcela. Quello che noi abbiamo oggi e che abbiamo imparato dalle generazioni precedenti sono i principi cui basarci per la libertà, non la libertà in sè.
Ecco perchè la partecipazione in tutte le sue forme è importante per la difesa di essa.
Complimenti per il post Rita e grazie per avermi citato.
Lorenzo

Joe Black ha detto...

E la partecipazione e condivisione non è star sopra un albero, ma scendere giù, tra la gente, lottare insieme per mantenerla viva, per non imprigionare i nostri diritti d'uomini che nasciamo liberi (per modo di dire)e che nel rispetto di quella altrui ci imponiamo noi stessi giuste regolare da seguire e da far seguire.
MERCOLEDI', SICCOME IO SONO A ROMA, PARTECIPERO' ALLA MANIFESTAZIONE ED INVITO, FIN D'ORA, ALTRI BLOGGER A PARTECIPARVI ED ANCHE, SE SEMPRE FOSSERO INTERESSATI, AD UNIRE L'UNIRE AL DILETTEVOLE, QUALE MODO DI POTERCI INCONTRARE E CONOSCERE PERSONALMENTE.
Rita, Lorenzo è un maestro nelle lotte perchè lui, come me, discende da una famiglia in cui le lotte per ottenere i diritti più elementari, sono state combattute dai nostri padri, col sacrificio, con la determinazione per assicurare un futuro migliore alle generazioni che si sarebbero susseguite. Il risultato? Oggi è una catastrofe che ancora, se si lotta uniti, si piò rimettere in piedi!
Grazie Rita per questo tuo post, sentito e soprattutto utile e significativo dall'introduzione dei versi di Paul Èluard ed alla scelta del brano di Gaber!
Non è per farmi pubblicità ma volgio anche qui da te dedicare questa mia poesia scritta, appunto, proprio sulla proposta partita da Lorenzo.
Un salutone con il mio solito abbraccio cosmico per tutti coloro che ti hanno commentata e un bacione particolare a te mia amica che sai quant'è importante amare la libertà!
Elisena

PER UN PUGNO DI LIBERTA'
Barricati chiusa
mano mia
e in un pugno
stretta trincera
la comune libertà
E batti pugno
Saluta pungo
Colpisci pugno
Difendi la libertà
dall’insidia
che vuole negarti
d ‘afferrare
l’altra mano tesa!
Elisena

P,S.: Come sempre t'ho imbrattato tutto il boxino dei commenti. Scusami!

Gianna ha detto...

Evviva la libertà!

Monica:) ha detto...

Ciao, sono passata a salutarti: adoro Gaber!

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Ti lascio un piccolo scritto che ho tratto da "Lo Zahir" di Coelho.
Mi aveva colpita molto questa frase:

" Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto; porto su di me le cicatrici
come se fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello
della schiavitù. L'unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso...
anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime".

Bellissimo il tuo contributo alla Libertà...sempre!!!
ciaoo Rita

Elio ha detto...

Buona idea Rita e penso che ti sia venuta dopo l'approvazione della legge anti-blog. Su LIBERALVOX è stato pubblicato un articolo di Berlusconi e nel mio commento ho proposto di chiedergli una rettifica e dargli una ammenda di 12.000 euro visto che si atteggia ad unico salvatore dell'Italia.
Cercherò di studiare qualche cosa sulla libertà nel mio blog. Buona domenica.

Alligatore ha detto...

Viviamo nel peiodo più illiberale della Storia dell'Italia repubblicana, per questo si parla tanto di libertà. Un paradosso, e forse no ...

Soffio ha detto...

Mi hai ricordato che é dal 1972 che non trovo una espressione migliore per dare il senso concreto della libertà. 1972 !!! come eravamo giovani, eppure...."datemi la gioventù di una persona e tenetevi il resto" ciao Rita

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Uniamo le forze e facciamo partire questa voglia di libertà. Io personalmente sono stanco di tutti questi dittatori e pseudo democrazie; ogni uomo nasce libero e una piccola fascia al potere, cerca di mettere le catene al suo popolo. Salutoni a presto.

Lufantasygioie ha detto...

bellissimo post che condivido,soprattutto sul tema della libertà
buona domenica

Ninfa ha detto...

Ciao Rita, ricambio volentieri la tua visita e seguirò con piacere il tuo blog, per quanto mi è possibile sono sincera, il tempo per far visita a tutti gli amici non mi basta mai. Comunque complimenti, il tuo "spazio" mi piace molto in quanto favorisce una comunicazione, un dialogo emotivo tra le persone innescato dalle tue parole e dalle citazioni che scegli. Il tuo contributo sul tema "libertà" lo trovo appassionato, pieno di positività come la stupenda canzone di Gaber. Ciao!

Erika ha detto...

Ciao cara Rita. Complimenti per il tema del post che hai trattato con grande maestria, come tua abitudine.
Buona nuova settimana.

Pupottina ha detto...

è vero
E' bello sentire un unico coro che si innalza al grido: Libertà!

Il calesse ha detto...

La libertà perfetta nasce dentro di noi,incanala e dirige le nostre facoltà,rafforza la nostra volontà.....diventa una forza che produce meraviglie.
Riporto un bellissimo pensiero "Se non voli,perchè pensi di non riuscirci è perchè non sei completamente lucido".
Ciao carissima
Luci@

Adriana ha detto...

Bellissimo post!

vickyart ha detto...

C'è un'altra di Gaber.. "Io non mi sento italiano, ma per fortuna purtroppo lo sono..." e non aggiungo altro.. ciao carissima

Sandra M. ha detto...

Grazie Rita, grazie davvero.

Elio ha detto...

Rita torno per dirti che il mio ultimo post, naturalmente sulla libertà, lo ho pubblicato 5 minuti fa. Qui dove abito c'è una via che è dedicata a Paul Edouard e sarebbe stato troppo facile pubblicare per intero la sua poesia. Quindi ho scelto un'altra via. Spero ti piaccia e, in caso contrario, dimmelo francamente. Lo eliminerò.
Un cordialissimo arrivederci.

Valentina ha detto...

Ciao carissima, il titolo del tuo post è ricco e pieno di significato. La libertà è un valore davvero importante, nasciamo liberi e dobbiamo vivere liberi, senza limiti ne cofini... Le poche righe della poesia sono molto belle, e anche per questo post ti rivolgo un grazie, sei davvero meravigliosa. Buona serata tesoro e buonissima settimana, stai bene. Tanti baciotti

Ambra ha detto...

Hai scritto un post splendido, hai scelto poesie, canzoni e citazioni tra le più belle sul tema della libertà.
A riscriverci.

Francesco Zaffuto ha detto...

il popolo della libertà che ci vuole togliere la libertà - siamo al paradosso dei paradossi

❀~ Simo ♥~ ha detto...

ciao Rita, poco fa sono uscita di casa e guardando il cielo ho visto una stella brillare più delle altre...eri tu che mi salutavi? ciao e ti mando un bacio