domenica 18 settembre 2011

Brivido caldo


- Attento alle necessità finali, sono determinanti !
...
    Mi segue?
- Cosa vuol dire? Faticare molto? Sgobbare?
- No. Poter fare ciò che è necessario.  Tutto ciò che è necessario.


Questo post chiude il sondaggio In quale film ci sono le scene più sensuali? lanciato da me a fine giugno e da allora inserito in bacheca. Approfitto subito per ringraziare chi simpaticamente vi ha partecipato.
Il film più votato in questo piccolo sondaggio è risultato essere “Lezioni di piano”,  proprio il primo da me recensito (qui) fra tutti quelli inseriti in elenco. Al secondo posto è stato indicato “Brivido caldo”, con William Hurt;  Kathleen Turner.
Non sono sorpresa per il risultato di questo classico a metà strada tra erotismo e thriller, un film affascinante, intrigante, torbido e misterioso e così pieno di atmosfere.
Un film caldo, focoso, bollente, che riscalda, accende, appassiona. 
La storia è ambientata in Florida in un’estate afosa e torrida, i titoli di testa scorrono sulle immagini di un incendo, protagonista della prima scena del film, tutti gli interpreti sono sempre ripresi costantemente imperlati di sudore, la fotografia tende prevalentemente ai toni caldi e le battute al riguardo si susseguono copiose in tutto il corso del film, per mantenere sempre alta la temperatura degli spettatori, con lo scopo di portarli a rimanere alla fine quasi senza respiro. 
Ne riporto alcune relative a scene diverse:

 - Io brucio tutto molto in fretta..
*-*-*-*-*
- E secondo te il mio fuoco sarebbe spento? E come fai a dirlo?
*-*-*-*-*
- Se vuoi posso farti compagnia, basta che non parli del caldo!
*-*-*-*-*
- Scotti. Hai la febbre?
- Sì, la mia temperatura normale è più alta di quella degli altri. Ecco perché sono... su di giri.
- Bisognerebbe verificare il motore
- E ovviamente tu hai lo strumento adatto...
*-*-*-*-*
- C’è un gran casino con il caldo che fa, perché la gente si infuoca con un niente. Succede di tutto, ogni momento, da quando è arrivata quest’ondata di caldo. In un’atmosfera di crisi totale la gente si veste stranamente, si sveste, suda, si sveglia stanca e non si regge in piedi… e poi tutto va un po’ di traverso. Tra un po’ la gente se ne infischierà delle regole, le romperà convinta che tanto nessuno interverrà perché questo è un momento d’emergenza. E ha paura!
*-*-*-*-*

Oltre al caldo infernale e all’ardente passione i protagonisti sono Ned Racine, un giovane e rampante avvocato e la bellissima Matty Walker, la moglie trascurata di un ricco uomo d’affari alquanto loschi.  L'attrazione tra i due è da subito irresistibile, la loro relazione clandestina e voluttuosa si tramuta presto in criminale e misteriosa.
Nonostante la vicenda sia poco originale poichè ricalca da vicino “Il postino suona sempre due volte” o i soliti intrighi maledetti a base di passione dove i due amanti decidono di far fuori il marito di lei, la trama è avvincente, ricca di colpi di scena ben architettati da una sapiente sceneggiatura e ottima regia.

 

Il tocco della perfezione è dato dalla colonna sonora, che ha in sé tutta l'atmosfera che poi dona e trasmette al film. Una melodia sensuale e seducente, calda, magica, struggente e romantica, carica di pathos e di desiderio, emozionante, appassionata  ed anche misteriosa e dolorosa, che riesce a creare la suspense e ad esprimere perfettamente quella passione pericolosa che potrebbe portare un uomo ad uccidere per amore.
E' la vera essenza del film,  ciò che rimpiangi allo scorrere dei titoli di coda...  il vero brivido per me...  da riascoltare all'infinito ad occhi chiusi o da utilizzare come sottofondo per creare magiche ed inebrianti atmosfere per serate..  calde.
L'autore è il britannico John Barry,  celebre compositore di tantissime colonne sonore: da King Kong a Proposta indecente, da La lettera scarlatta alla sigla della famosa serie televisa inglese "Attenti a quei due". La sua lunga carriera è costellata anche da 5 premi Oscar,  tra cui quelli per le colonne sonore dei film La mia Africe e Balla coi lupi. John Barry è inoltre famosissimo per essere l'autore dei temi musicali del fantomatico agente segreto James Bond.



La mia personale chiave di lettura del film e di tutta la storia sta in quelle parole che ho scritto in apertura del post. Sono le battute che si scambiano Edmund, il marito di Matty e Ned, quando casualmente si incontrano in un ristorante.
L'attenzione alle necessità finali.
Un requisito così fondamentale per Edmund che però, evidentemente, difetta anche a lui,  poiché non si rende conto di quelle della propria moglie e ne rimane vittima. Lo stesso Ned non è attento alle necessità finali di Matty, che si rivela al termine del giallo una perfida e gelida femme fatale, che in pratica lo ha usato per raggiungere le proprie di finalità, ossia l'ambizione di diventare ricca e andare a vivere in una lontana e calda terra esotica.
Ned non è per nulla attento neanche alle conseguenze di ciò che compie.
Forse perchè per lui la necessità finale è l'amore ed in suo nome è pronto a fare tutto ciò che è necessario. Lui, un avvocato, un uomo di legge è disposto ad uccidere e a mentire ai suoi più intimi amici per poter vivere con la donna che lo ha sedotto annebbiando la sua ragione.
Difatti, la notte dell'omicidio cala una fitta nebbia sui due amanti, ottimo espediente del regista, esplicito più di mille parole.



Ciò che si può rivelare necessario nella vita come nell'amore, non necessariamente parlando di crimini anzi escludendoli,  a volte può essere qualcosa che ci spinge oltre i nostri limiti, oltre il nostro immaginabile e prevedibile; un gesto, una scelta o qualcunque cosa che ci sorprende nel momento in cui la compiamo perchè non ci ritenevamo capaci di tanto. Solo la convinzione nelle proprie finalità e in quelle di chi amiamo può darci una tale forza d'animo e di coraggio.

E tu, ti definiresti una persona capace di fare tutto ciò che è necessario?
Una persona che conosce le proprie necessità finali e ne è attenta?  
Ci sarebbe proprio da chiedersi quanto, nella nostra vita, siamo attenti alle necessità finali non solo nostre ma anche di chi ci è accanto...
Ci rendiamo conto se davvero coincidono? 
E queste necessità sono sempre le stesse o possono cambiare nel corso della vita?


29 commenti:

Elio ha detto...

Ciao Rita, non ho visto il film che commenti, ma dopo quello che ne dici sarà mia cura farlo se dovesse ripassare da qualche parte. Non ero a conoscenza del tuo gioco perché è da poco che ti seguo, ma in ogni caso avrei votato per Lezioni di piano e quindi sono contento che sia primo in classifica. Starò più attento ora che vengo stabilmente a leggerti. Mi piace come hai riassunto il film con parole molto appropriate. Buonanotte.

Strega Bugiarda ha detto...

Rita, anche io voto per lezioni di piano, e piano piano e a temperatura ambiente, ne calda ne fredda, e con un sorriso ti do la buona notte
Smaccckete

dandelion67 ha detto...

Non avevo dubbi su "Lezioni di Piano"...segno che i Tuoi lettori/ci hanno una cultura di buon livello...la Pioggia è giunta...la polvere è stata lavata via...ora che Ti leggo... sono serena...grazie Rita...giunga a Te un abbraccio per un sereno inizio di settimana Amica Cara..a presto..
dandelìon

Teo Dor ha detto...

Le tue domande, Rita.....semplici, ma devo pensare....perche, ecco! credevo di conoscere la risposta, e invece.....devo pensare ancora....
Ti abbraccio!

jocker ha detto...

Mi ricordo "Brivido caldo", mi aveva colpito la passione degli interpreti...

Buona giornata

Rita Baccaro ha detto...

Ciao Elio, questo film è ormai un classico e non sarà difficile che lo ritrasmettano, penso che ti piacerà perchè comunque ha in sé così tanti elementi, che almeno per qualcuno di essi ti colpirà.

Grazie del tuo bacio Gingi, e dell'espressione della tua preferenza. Lo ricambio con affetto e... calore!

Carissima Dandelion, qui ancora niente pioggia.. purtroppo, ma almeno entrando nel blog trovo tanta serenità, anche distrazione e poi intensità ed affetto. Accolgo il tuo sincero abbraccio... certo che ti alzi ancor prima di me eppure pensavo di essere una mattiniera!!!

Ciao Teo, il mio obiettivo non è leggere le tue o le altre risposte, anche se mi farebbe enorme piacere questo tipo di condivisione, piuttosto dare uno spunto per la riflessione... che sia personale o comune. Se le mie domande ti portano a pensare, a rispondere anche a te stesso, a rivedere le tue necessità...
ho fatto bingo!!!! ;-)
Un caldo abbraccio per te!

Olà Jocker, bentornato. Grandi interpreti in questo film, in effetti... anche se William Hurt l'ho maggiormente apprezzato in altri film.
Ma qui la passione trasuda e riescono entrambi a trasmetterla con intensità e bravura. Grandi attori e grande regia! buona giornata anche a te!

Carla, i colori...pensieri della mia mente. ha detto...

Ho visto più volte "Lezioni di pinao" e sono contenta che i tuoi lettori lo abbiamo votato perchè anche io l'ho trovato particolarmente intrigante e sensuale.
Purtroppo non ho invece visto "Brivido caldo" e me ne dispiace (cercherò di rimediare). Dalla tua recensione e dalle battute del dialogo penso sia proprio "da vedere".
ciaoo Rita ed una serena settimana

Il calesse ha detto...

"Lezioni di piano"è uno dei miei film preferiti.
"Brivido caldo" non l'ho ancora visto.....ma provvederò.....
Cara Rita, che gran fascino esrcita su di me entrare nel tuo blog!....Grazie!
Ciao cara Buon lunedì! luci@

Carolina Venturini ha detto...

Cara Rita, il sondaggio è stato un'idea bellissima... per quanto riguarda la letteratura, il mio libro più sensuale ed erotico in assoluto è "L'amante di Lady Chatterlry".. ne sono innamorata pazza.
Un abbraccio

p.s.: lezioni di piano è stra-stupendo ed erotico!!

sandra ha detto...

Era davvero difficile la scelta....

Gianna ha detto...

Cara Rita, sono contenta di aver votato il film che è risultato primo in classifica.
Ottima recensione la tua.
Un abbraccio.

Soffio ha detto...

Questa è una vera lezione per appassionati di film e musica !!!

Rosa ha detto...

ciao Rita anch'io son contenta che abbia vinto lezioni di piano, bellissimo film, l'altro non mi ha colpito eccessivamente devo dire, pur essendo molto sensuale e con attori bravissimi, forse l'ambientazione , i tempi, la musica ,l'immedesimazione , altri attori bravissimi fanno dilezioni di piano il mio preferito da sempre,non mi considero una persona attenta alle necessita dell'altro piu' che delle mie, se si ama una persona ci si annulla, ma forse e' un errore, non sempre l'altra parte coincide, anzi spesso approfitta, bisogna valutare le cose volta per volta e comportarsi di conseguenzza, per non soffrire, ciao complimenti bel post bacionie buona serata rosa.) grazie per polla.)

Valentina ha detto...

Ciao carissima Rita! Non avevo fatto caso al sondaggio, e non conosco il film vincitore ma prendo appunti, una delle cose che più amo è guardare un bel film nelle serate fredde e la tua è una valida proposta. ciao bellissima!

zicin ha detto...

Cara Rita mi complimento per questa serie di post molto interessanti.
Non mi sorprende che il sondaggio abbia visto come primo "Lezioni di piano" è un film davvero stupendo.
Ti auguro unafelicissima settimana

Rita Baccaro ha detto...

Carissime Carla e Luci@, avete gli stessi gusti e fate gli stessi propositi. Vi saluto entrambe che siete così carine ed affettuose e sono sicura non rimarrete deluse da questo film che vi terrà col fiato sospeso… anche se… mannaggia.. ho svelato il finale e forse tolto il gusto del thriller.

Concordo con te Carolina, il libro che citi ha pagine di intensa sensualità ed una narrazione piacevole. Un abbraccio a te e rimettiti presto!

Grazie Gianna per aver partecipato al sondaggio e per il tuo complimento.
Sei sempre affettuosa e attenta.

Eh, dottore, troppo buono…. sono io l’appassionata di musica e poi di film.
Ti ringrazio per averlo notato.

Rita Baccaro ha detto...

Rosa, grazie grazie grazie per aver risposto alle mie sollecitazioni, condiviso le tue esperienze e riflessioni. Se ci si annulla, sicuramente diamo all'altro la possibilità di approfittarne ed in questo caso c'è un errore enorme: non è possibile amare un'altra persona senza rispettare se stessi.. che cosa doniamo altrimenti all'altro? Solo qello che lui si aspetta o pretende da noi e non ciò che noi siamo... che evidentemente non ama!

Carissima Vale, il freddo sta per arrivare ed allora preparati a goderti qualche bel film con il tuo ragazzo sprofondati e abbracciati sul divano... già vi vedo!!! Mi raccomando, è fondamentale: la cioccolata calda!!

Grazie Zicin per i complimenti... lezioni di piano ha avuto oggi tanto apprezzamento, sembra anche più che nel post che gli avevo dedicato :-))

Adriano Maini ha detto...

Una bella e trascinante recensione, invero!

Erika ha detto...

Sei una bravissima critica cinematografica.
La colonna sonora è tipica di un film giallo.
Complimenti Rita!

Guard. del Faro ha detto...

Ciao Rita,
io ho trovato "torbido ed intrigante" il film: "Le Età di Lulù", con una giovanissima Francesca Neri, agli esordi della carriera.
Comunque, complimenti per la dotta e interessante recensione.

Joe Black ha detto...

Commentandoti su queste intriganti note che rievocano il passato, leggendo i tuoi quesiti me ne sono posta altrettanti.
L'amore....si uccide per amore,
si diventa egoisti per amore...ma...allora...com'è che questo nobile sentimento è tutto tranne che solarità e vita? E la passione? Quella poi ci travolge come in un tornado, all'interno dell'occhio d'un ciclone, dentro le più accanite tormente di neve e noi non abbiamo paura, nè freddo, nè voglia che ogni cosa finisca!
Sei adorabile Rita nelle tue recensioni!
E una musicista sa come far salire la passione, magica scala di note che vertiginosamente avvolge fino alla coda del pianoforte!
Buona serata!
Un bacio
Elisena

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottima recensione e bel sondaggio; saluti a presto.

Gabe ha detto...

ottima recensione,simpatiche le citazioni dai libri di Camilleri,che ho letto tutti,allora sei stata in Sicilia?a presto un bacio

Massimo ha detto...

ciao Rita,
non ricordo di aver visto "Brivido caldo", dovrei rimediare...
Lezioni di Piano invece , mi è piaciuto tantissimo, soprattutto la colonna sonora anche se devo dire non mi ha colpito per la "sensualità" ma forse sono io che non ho colto..
un caro saluto, e complimenti per i servizi che pubblichi... ciao ciao , sei bravissima.

Rita Baccaro ha detto...

Grazie Adriano, assegnando la qualità di trascinante alla mia recensione le hai fatto uno tra i migliori complimenti.

Ciao Erika, ringrazio anche te, mi dai una bella spinta e sostegno a continuare a postare citazioni da film accompagnandole con le mie riflessioni. Ti è piaciuta la colonna sonora? Bellissima vero? Trascinante!!

Caro Guardiano, bella la dritta ch emi hai dato, cercherò questo film che suggerisci perchè ti ha colpito particolarmente e ti farò sapere.

Rita Baccaro ha detto...

Le tue risposte sono adorabili, Elisena perchè pongono domande... ed io le adoro!!!
Mi piacerebbe sedermi accanto a te e parlare di questi temi che a me prendono tantissimo, ci starei per ore!
L'amore ha un solo nome... ma va ad abitare nei cuori di persone con nomi diversi, con sensibilità diverse. Nella sua purezza, nella sua essenza E' solarità e vita... nell'esperienza può trasformarsi in altro, ma una cosa è il valore assoluto, una cosa è quello relativo.
Se si arriva ad uccidere per amore è un amore malato... come vedi gli ho assegnato un aggetivo, tu ne potresti scegliere un altro... ma in ogni caso questo fa sì che non sia più l'Amore, non credi?
La passione invece, concordo, ha un solo senso: è perdersi completamente nei sensi!
Ci fermeremo qualche volta a scambiarci davvero qualche suggestione o qualche battuta, eh? Ci tengo!

Rita Baccaro ha detto...

Grazie Cavaliere per la visita, il tuo commento e l'aprezzamento, a presto.

Gabe bentornata! Cero che ci sono stata nella tua amata terra, che meraviglia! Se ti va puoi leggere i post che ho dedicato a quest'esperienza.. peccato che in quei giorni tu fossi partita... ma spero di ritornarci ancora. Ho ancora tanto da vedere e gustare, scoprire ed imparare e soprattutto amare!

Rimedia, rimedia, Massimo, rimedia! :-)) Scusami eh... ma mi viene da dire anche "rimedia" pure con lezioni di piano... come hai fatto a non notare la sensualità in quel film????
simpaticamente ti abbraccio, sei forte! ciaoooo

Joe Black ha detto...

Ok Rita, non mancherà l'occasione!
Serena giornata!
Elisena

Pupottina ha detto...

ho voglia di rivederlo questo film per ricordarlo meglio....