lunedì 16 maggio 2011

Due amanti felici

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell'erba,
lascian camminando due ombre che s'uniscono,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.
Di tutte le verità scelsero il giorno:
non si unirono con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E' la felicità una torre trasparente.
L'aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.
Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l'eternità della natura.
(Pablo Neruda - Due amanti felici)


Carlo Levi. Amanti
http://www.galleriaidioscuri.it/clevi.htm



L'amore è quell'energia che riesce a fondere due anime e, naturalmente anche due corpi, in un'unica realtà.
Un'unità infinita che ci supera ben oltre la morte.
Belle in questa poesia le immagini dell'unico pane, dell'unica goccia su un filo d'erba, delle ombre che si congiungono nel cammino fatto insieme.
Il letto è vuoto, ma stranamente non significa che non ci sia niente, che sia mancante di qualcosa, privo di senso. Lì sopra c'è un'unica orma ed è ardente e luminosa.
La felicità data dall'amore è grande, alta, svettante e sicura come una torre.
Una torre dalle mura di vetro perchè la felicità di chi ama non si può nascondere: è pura, semplice, chiara e lascia attraversare la sua luce. 

Nessun commento: