martedì 24 maggio 2011

Pericoloso e tenero

Pericoloso e tenero
il volto dell'amore
m'è apparso la sera
d'un lunghissimo giorno
Forse era un arciere
con l'arco
o un musicante
con l'arpa
Non so più
Non so niente
La sola cosa che so
è che mi ha ferito
forse con una freccia
forse con una canzone
La sola cosa che so
è che mi ha ferito
ferito al cuore.
ferito per la vita
E come brucia
la ferita dell'amore

( Jacques Prévert - Pericoloso e tenero il volto dell'amore)

G. De Chirico - Pianto d'amore.  Museum of Modern Art,  New York
da http://www.archweb.it



Per quanto pericoloso, doloroso, inspiegabile e misterioso l'amore,
per quante difese possiamo costruirci per non farci ferire ed attraversare dalle sue frecce,
chi potrà non rimanere incantato dalla sua dolce melodia?
chi saprà sottrarsi alla sua tenerezza?



2 commenti:

Teo Dor ha detto...

SI! Rita.....e poi...e poi, cosa sarebbe l'amore senza le sue ferite? ...sarebbe come una canzone senza le sue note?
Che gioia mi dai con questo tuo blog...!!! Meraviglioso!

Rita Baccaro ha detto...

Grazie Teo.
Anche le tue visite e i tuoi commenti danno gioia e senso a questo mio blog!
Ciò che scrivi conferma che le citazioni scelte siano davvero
E-mozionanti
e non solo per me!!!